FANDOM


Il Senato Romano decide di non intervenire a fianco dell'alleata Sagunto e non dichiara guerra ad Annibale ed a Cartagine. Contemporaneamente il Barca completa la conquista della Penisola Iberica e tenta anche un'incursione nelle Gallie e in Britannia. Ben presto entra in conflitto con la stessa Cartagine, e si scatena una seconda guerra civile in Africa. Roma, non sapendo bene chi appoggiare, rimane neutrale nello scontro. Ben presto Annibale entra come vincitore in Cartagine e si proclama "suffeta a vita", fondando in pratica una monarchia personale. Per controbilanciare la pressione annibalica, Roma si rivolge prima verso Est entrando in conflitto con Tolomei e Greco-Macedoni. In tal modo il Mediterraneo risulta diviso in due sfere politiche: ad Est l'Impero Romano (comprendente Italia, Illiria, Grecia, Anatolia, Egitto e Siria) ed a Ovest l'Impero Cartaginese-annibalico (Africa, Spagna, Britannia e Gallie). Tra i due Imperi si verifica un clima di bipolarismo e di guerra fredda "ante litteram", in cui però lo scontro più che politico si svolge sul piano culturale. Roma però in questo caso accentua maggiormente i propri caratteri orientali ed ellenistici, perdendo in futuro la caratterizzazione di "madre del mondo occidentale", primato che invece spetta maggiormente a Cartagine ed al suo Impero, in cui ad esempio la convivenza tra fenici, cartaginesi e celti produce un singolare mix culturale che la rende senz'altro una civiltà più aperta ed "illuminata", a cui gli Stati Europei e Nordafricani guarderanno nel XX secolo in vista di una possibile riunificazione


(terza "ucronia annibalica" proposta da Never75)

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.